Home » Attualità

Ai giovani sportivi piace lo sport corretto e pulito

08 maggio 2012, 10:00

Su incarico di Swiss Olympic, Dipendenze Svizzera ha interrogato i giovani sul programma «cool and clean». Il più grande programma nazionale di prevenzione nello sport vuole motivare i giovani verso le prestazioni sportive e il fair play, prevenendo così gli abusi di alcol, tabacco e canapa. «Cool and clean» sembra funzionare: i giovani che partecipano al programma si ubriacano meno e consumano più raramente sostanze come lo snus. In generale, hanno un atteggiamento più critico nei confronti delle sostanze che danno dipendenza e del doping.

I giovani che partecipano al programma «cool and clean» si impegnano a rispettare cinque accordi (i cosiddetti „commitment“), che riguardano le prestazioni sportive senza doping, la rinuncia al tabacco e alla canapa,  un consumo responsabile di alcolici, la volontà di raggiungere i propri obiettivi sportivi e un comportamento corretto. Nel 2011, Dipendenze Svizzera ha condotto per la terza volta lo studio sui giovani. A tale scopo, ha valutato le risposte di circa 2’500 giovani che praticano sport di massa, nonché quelle di ben 320 giovani talenti. Dallo studio è emerso che, con il passare degli anni, il programma e i relativi accordi sono sempre più conosciuti. La stragrande maggioranza dei giovani ha un atteggiamento positivo nei confronti dei commitment. «Riteniamo che questo sia un presupposto indispensabile per riuscire ad interessare i giovani e i responsabili dei gruppi sportivi a «cool and clean» e ai suoi messaggi preventivi», spiega Matthias Wicki, autore dello studio e collaboratore scientifico a Dipendenze Svizzera.

Effetti positivi

Lo studio ha fornito indicazioni chiare sugli effetti positivi di «cool and clean». Basti dire che, rispetto ai loro coetanei che non fanno parte del programma, i giovani sportivi che partecipano a «cool and clean» si ubriacano meno e consumano più raramente sostanze come lo snus. Dallo studio di Dipendenze Svizzera risulta inoltre che i giovani partecipanti sono più critici sia nei confronti del doping che dell’alcol, del tabacco e della canapa. Spesso gli allenatori e gli sportivi di punta fungono da esempio e riescono a trasmettere ai giovani un modello di comportamento positivo. Dallo studio emerge che sono proprio le discussioni all’interno della squadra che contribuiscono a rafforzare l’atteggiamento dei singoli nei confronti del doping e del consumo di sostanze, nonché il fair play e lo spirito di squadra.

Un programma di prevenzione globale

Secondo Swiss Olympic, sono circa 80‘000 i giovani che praticano un’attività sportiva (all’interno di associazioni e nell’ambito dei campi sportivi) sotto l’egida di «cool and clean». I giovani talenti che partecipano al programma sono almeno 9‘600, il che supera nettamente gli obiettivi che ci si era prefissati. Dal 2003, il programma di prevenzione „cool and clean“ si impegna a favore di uno sport di punta corretto per i  giovani talenti. Nel 2006, il programma di Swiss Olympic è stato ampliato a tutti gli sport giovanili di massa. Il principale gruppo target sono i giovani tra i 10 e i 20 anni, che nel nostro paese sono attivi nel mondo dello sport organizzato. «Cool and clean» è finanziato dal Fondo di prevenzione del tabagismo. Lo studio di Dipendenze Svizzera rientra in una valutazione più ampia e riguarda unicamente il programma per i giovani. Dipendenze Svizzera raccomanda di continuare a portare avanti il programma, che ha un approccio preventivo globale e rafforza le competenze sociali dei giovani. Il programma promuove inoltre l’autodeterminazione e la disponibilità ad assumersi le proprie responsabilità, nonché la capacità di sviluppare rapporti sociali senza ricorrere a sostanze che danno dipendenza. Gli allenatori vengono formati a riconoscere per tempo i giovani in difficoltà, in modo da poter reagire in maniera adeguata. Non da ultimo, il programma propone importanti misure in ambito sportivo, come la promozione di manifestazioni e impianti sportivi senza fumo.

Il rapporto completo sullo studio (in tedesco) contiene la valutazione del programma di prevenzione «cool and clean» tra i giovani (sport di massa e giovani talenti), nonché risultati finora inediti dell’Indagine del 2009.

Descrizione del progetto (in tedesco)

Per maggiori informazioni:
Monique Portner-Helfer
Addetta stampa

mportner-helfer@ich-will-keinen-spamsuchtschweiz.ch
Tel.: 021 321 29 74

D'ora in avanti Dipendenze Info Svizzera si chiama Dipendenze Svizzera
Sul nostro sito web trovate ulteriori informazioni su Dipendenze Svizzera.

(Lo studio del 2011 su «cool and clean» tra i giovani è stato condotto quando Dipendenze Svizzera si chiamava ancora Dipendenze Info Svizzera).

Stampa la paginaCondividiRSS

Newsletter

Questa pagina esiste soltanto in francese o in tedesco. Per vederne i contenuti, scegliete la lingua cliccando DE o FR in alto.

Rapporti di monitoraggio

Rapporti di monitoraggio di Dependenze Svizzera (in francese): tendenze nel consumo e politiche in fatto di dipendenze in Svizzera e in Europa

 
.hausformat | Webdesign, Typo3, 3D Animation, Video, Game, Print